I nostri prodotti

Vinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.x

DESCRIZIONE DEL SISTEMA
Il sistema radiante a pavimento è un sistema di riscaldamento, che può funzionare alternativamente anche da impianto di raffrescamento. Utilizza acqua a bassa temperatura circolante in tubi in materiale plastico annegati nello strato cementizio che supporta l’usuale pavimentazione in materiale: ceramico, marmo, granito, gres e/o legno. Il calore viene trasferito dalle tubazioni al pavimento e da questo a tutto il locale, in questo modo tutta la superficie del pavimento stesso diventa il corpo scaldante.
Il trasferimento termico dal pavimento all’ambiente e alle superfici, che ad esso si affacciano, avviene mediante irraggiamento, garantendo quindi una distribuzione uniforme ad una temperatura ottimale. Il sistema radiante a pavimento è quello che meglio approssima la curva di temperatura ideale, in quanto fornisce una temperatura lievemente più mite a livello dei piedi e man mano più “fresca” salendo lungo il corpo fino alla testa. Il pavimento con sistema radiante non risulta caldo al tatto (si trova a 25 ÷ 26°C) e non dà nemmeno la sensazione di freddo tipica dei pavimenti degli ambienti riscaldati con sistemi tradizionali e con il vantaggio di poter tranquillamente camminare scalzi (per la gioia dei bimbi).Vista pavimento radianteIl sistema a pavimento può funzionare sia in riscaldamento che in raffrescamento ed è quindi utilizzabile in tutte le stagioni. In regime di funzionamento invernale il sistema a pavimento radiante lavora con acqua la cui temperatura varia da 25 °÷ 45°C in relazione alla temperatura esterna. Secondo il processo spiegato prima, è la superficie del pavimento che trasmette calore all’ambiente. Inoltre, grazie ai dispositivi di termoregolazione si riescono a raggiungere livelli di comfort eccellenti. In regime di funzionamento estivo il sistema lavora con temperatura dell’acqua di circa 13 ÷ 14°C, considerando comunque possibili variazioni sulla base delle condizioni esterne e del tasso di umidità in ambiente.

 

VANTAGGI DEL SISTEMA
Grazie al pavimento radiante è possibile fornire all’utente la stessa sensazione di benessere mantenendo la temperatura dell’aria a circa 2°C in meno rispetto ai sistemi tradizionali: in pratica si ha la sensazione di essere in un’ambiente a 22-23°C, mentre in realtà il termometro segna 20-21°C. Ne conseguono minori dispersioni di calore dall’ambiente verso l’esterno, anche grazie all’isolamento termico fornito dai pannelli isolanti e un risparmio energetico conforme alle nuove normative sull’argomento.In termini di risparmio economico basta pensare che ad ogni grado in meno della temperatura dell’aria corrisponde un risparmio del 7-8% di energia. Per i motivi sopra citati, il sistema a pavimento radiante è facilmente integrabile con le fonti di energia la cui resa migliora al diminuire della temperatura dell’acqua quali: pannelli solari, caldaie a condensazione, pompe di calore.
Grazie al sistema a pavimento lo spazio abitativo viene valorizzato, infatti l’assenza di radiatori consente una grande libertà di arredamento eliminando anche i problemi estetici che i radiatori stessi arrecano.
I pannelli isolanti oltre a fungere da barriera al vapore ed essere un'ottima barriera termica, con le parti sottostanti della struttura, sono in grado di fonoassorbire i rumori da calpestio del pavimento, assolvendo, quindi, all’importante funzione di isolamento acustico tra i vari piani abitativi. Grazie all’elevata durata del pannello, delle tubazioni ed all’assenza di manutenzione, i sistemi a pavimento radiante hanno una durata nel tempo senza eguali. Il riscaldamento a pavimento radiante offre una grande libertà di arredamento, in quanto svincola totalmente dalla presenza in ambiente dei radiatori, i quali occupano superficie utile che non verrà mai utilizzata. La flessibilità dello spazio abitativo rappresenta ormai un requisito fondamentale come anche l’arredamento: non esistono più limiti alla creatività nella disposizione degli arredi e vengono eliminati i vincoli estetici rappresentati dai radiatori.
Il sistema radiante viene utilizzato perfettamente anche in edifici di rilievo storico e religioso, nei quali risulta quasi impossibile inserire corpi scaldanti a vista, in questo modo gli ambienti vengono architettonicamente rispettati e rimangono esteticamente inalterati garantendo un risultato impeccabile.
Un altro notevole vantaggio estetico fornito dal sistema a pavimento è l’assenza del cosiddetto “effetto camino” sui muri dietro ai radiatori che si presenta con degli antiestetici “baffetti neri” che richiedono tinteggiature frequenti dei locali. Un impianto tradizionale a termosifoni, lavorando con acqua a 60÷70°C, crea un movimento convettivo di aria calda che, passando dal termosifone, va dal basso verso l’alto, ciò fa sì che buona parte del pulviscolo sedimentato, presente sulle superfici, venga sollevato in questo movimento ascendente e rimesso in circolazione nell’aria che respiriamo. Naturalmente vengono sollevate anche molte altre particelle e con esse i batteri, primo di tutti l’acaro della polvere, causa primaria delle innumerevoli allergie oggi sempre più presenti.
Il sistema a pavimento, invece, per effetto delle basse temperature tra pavimento e ambiente (~4°C), non provoca effetti convettivi eliminando quasi del tutto il sollevamento del pulviscolo, e quindi anche dei batteri; non solo, ma il pavimento costantemente secco toglie l’umidità che è l’elemento vitale ad acari e batteri per proliferare, specie quando i pavimenti sono rivestiti con moquette o tappeti.